X Utilizziamo i cookie per essere sicuri di offrirti la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.
Inizio pagina - Home - Contattaci - News -
Logo Comune di Bolsena
Logo Touring Club         Logo Bandiera Arancione
MARCHIO DI QUALITA'
TURISTICO AMBIENTALE
Città Gemellate
Stemma LLORET DE MAR Stemma VOLKERTSHAUSEN Stemma SEPINO
LLORET DE MAR VOLKERTSHAUSEN SEPINO
Lago di Bolsena
Dichiarazione di Accessibilità

ll sito www.comunebolsena.it è stato progettato e realizzato seguendo le linee guida WCAG 1.0 previste dallo standard internazionale WAI del W3C, in coerenza con i requisiti di accessibilità WCAG-AAA, cercando si rispettare i punti di controllo della Verifica Tecnica definiti dalla Legge del 9 gennaio 2004 n°4 "Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici".

Per migliorare l'usabilità del portale, sono stati definite delle "scorciatoie" attivabili, con la sequenza "Alt + Accesskey", in ambiente Windows e "Ctrl + Accesskey" in ambienti Macintosh.

In tutte le pagine del sito sono state definite le seguenti AccessKey:

ALT+i - Inizio Pagina
ALT+h - Home Page
ALT+p - Contattaci
ALT+n - News

 

Informazioni sull'accessibilità del sito web del Comune di Bolsena
Il sito web (http://www.comunebolsena.it) è stato valutato secondo le regole previste dal DM 8 luglio 2005 pubblicato nella G.U. 8 agosto 2005 n. 183.

Si riporta di seguito il rapporto conclusivo della valutazione con esito positivo:

Tabella con requisiti di accessibilità e conformità ad essi
Requisito Enunciato Sintetico Conformità
1 Realizzare pagine e oggetti in esse contenuti con tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate, utilizzando le versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico. si
2 Non è consentito l'uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti. n/a
3 Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti. L'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto. si
4 Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina. si
5 Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile, disturbi della concentrazione o che possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate. Qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvisare l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi. si
6 Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale). Un testo in forma di immagine in genere è da evitare ma, se non è possibile farne a meno, deve essere realizzato con gli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza. si
7 Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, eccetto nel caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata. n/a
8 Se vengono utilizzate mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per poter ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa. n/a
9 Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne. si
10 Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne. si
11 Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati. si
12 La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione e/o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri. si
13 Qualora si utilizzino le tabelle a scopo di impaginazione: garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato, utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato. si
14 Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che per chi utilizza le tecnologie assistive la compilazione dei campi sia agevolata. si
15 Assicurarsi che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati. si
16 Garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet oppure altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input. si
17 Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzino tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili. si
18 Qualora un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente sincronizzata in forma di sotto-titolazione e/o di descrizione vocale, oppure predisporre un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale, tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di presentazioni in tempo reale. n/a
19 Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative. Prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine. si
20 Se per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo utile e fornendo eventuali alternative per fruire del servizio stesso. n/a
21 I collegamenti presenti in una pagina devono essere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiera, tecnologia in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse. La distanza fra link e bottoni consecutivi deve essere di almeno 0,5 em in orizzonatale e verticale. si
22 In sede di prima applicazione, per i siti esistenti, in ogni pagina che non possa essere ricondotta al rispetto dei presenti requisiti, fornire un collegamento a una pagina che li rispetti, contenga informazioni e funzionalità equivalenti e sia aggiornata con la stessa frequenza della pagina originale, evitando la creazione di pagine di solo testo. Il collegamento alla pagina accessibile deve essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile. n/a

ULTERIORI INFORMAZIONI:

1) Sul codice di sviluppo.

  • Tutte le immagini del sito sono state tradotte anche in forma testuale per poter essere interpretate dai sintetizzatori vocali.
  • I contenuti delle pagine sono fruibili anche escludendo l'uso del colore, disabilitando i fogli di stile o adottando browser che non interpretano la grafica, né i colori, né i fogli di stile.
  • E' dichiarato il linguaggio delle pagine.
  • Le tabelle dati presenti nelle pagine sono spiegate esplicitamente dichiarandone le intestazioni e le dipendenze.
  • Le form presentano marcatori che rendono unico il legame di un campo di inserimento testo con la relativa etichetta testuale.
  • I colori sono stati studiati in modo da garantire un buon contrasto tra lo sfondo ed il colore in primo piano (testo) ed evitando l'utilizzo di colori troppo accesi o che potessero arrecare fastidi nella visualizzazione delle pagine.
  • Ogni formattazione della struttura grafica e di impaginazione del sito è separata dai contenuti mediante l'utilizzo di fogli di stile.
  • Tutte le pagine del sito (ad eccezione di quelle che puntano ad altri siti) si aprono sulla stessa finestra del navigatore. Nel caso di pagine che aprono nuove finestre (siti esterni), questo viene opportunamente segnalato prima dell'apertura della nuova finestra. Inoltre l'apertura di nuove finestre avviene mediante l'utilizzo di un codice javascript che, qualora disabilitato, apre il link sulla finestra del sito.
  • I collegamenti alle principali sezioni del sito presentano un'etichetta che identifica con chiarezza l'obiettivo di destinazione.
  • La navigazione è strutturata allo stesso modo per tutte le pagine onde evitare di fuorviare l'utente, lo stile di presentazione è coerente tra tutte le pagine del sito.

2) In generale.

La versione del sito web del Comune di Bolsena rispetta le raccomandazioni della Legge 9 gennaio 2004 n.4 (G.U. n.13 del 17 gennaio 2004) che sancisce l'obbligo di accessibilità dei siti web di società a capitale pubblico in accordo con la normativa comunitaria relativa. Tutte le pagine del sito, inoltre, sono certificate XHTML 1.0 e la presentazione dei suoi contenuti è strutturata mediante CSS 3.0 certificati.

Il sito è stato curato ed implementato con attenzione rivolta all'accessibilità per tutte le categorie di utenti e ne è stata controllata la navigazione sia con i browser tradizionali che con quelli che adottano tecnologie più obsolete (ad es. browser testuali in dos).

SPIEGAZIONE DEI BOLLINI POSTI IN FONDO ALLE PAGINE.

Il World Wide Web Consortium, anche conosciuto come W3C, è un'organizzazione non governativa internazionale che ha come scopo quello di sviluppare tutte le potenzialità del World Wide Web.
Al fine di riuscire nel proprio intento, la principale attività svolta dal W3C consiste nello stabilire standard tecnici per il World Wide Web inerenti sia i linguaggi di markup che i protocolli di comunicazione.
Al fine di verificare la corretta applicazione degli standard il W3C mette a disposizione dei software di controllo e validazione. Il sito www.comunebolsena.it è stato sottoposto a tali test con esito positivo.

Valid XHTML 1.0 Strict
Validazione HTML (codice pagine web)


CSS Valido!
Validazione CSS (foglio di sitle)

La bussola della trasparenza consente alle pubbliche amministrazioni e ai cittadini di utilizzare strumenti per la analisi ed il monitoraggio dei siti web. Il principale obiettivo è di accompagnare le amministrazioni, anche attraverso il coinvolgimento diretto dei cittadini, nel miglioramento continuo della qualità delle informazioni on-line e dei servizi digitali.
Le pubbliche amministrazioni possono utilizzare la Bussola della Trasparenza come un vero e proprio strumento di lavoro on-line per verificare il loro sito web, confrontarlo con i siti di altre amministrazioni e adeguarlo, sempre piu’, alle linee guida e alla trasparenza. Oltre a ciò, il cittadino, il professionista e il ricercatore possono verificare e conoscere meglio le pubbliche amministrazioni, possono effettuare statistiche e studi su queste tematiche o su argomenti correlati, scoprendo eventualmente fenomeni ad oggi sconosciuti.
La bussola della trasparenza ha sviluppato un software per la validazione del rispetto dei principali canoni di trasparenza che deve rispettare il sito web.
Il sito www.comunebolsena.it è stato sottoposto a tali test con esito positivo.
Bussola della Trasparenza Report
Validazione dei riquisiti per la trasparenza

Albo Pretorio | Amministrazione Trasparente | URP | Elenco siti tematici | Obiettivi di accessibilità 2016
 Sito ufficiale ed istituzionale del Comune di Bolsena - Privacy - Cookie - Note legali - Comune di Bolsena © 2008 - 2017 - P.IVA: 00119080562
Powered by InfoMyWeb Presenti su TusciaInVetrina.info
Valid XHTML 1.0 Strict   CSS Valido! Bussola della Trasparenza Report
Dichiarazione di Accessibilità